Eventi

A proposito di Certose e … certosini!

Premesso che la munificenza e la sensibilità degli Astanti ha veicolato in totale verso la “Lega del filo d’Oro” la rispettabile cifra di € 240, perché venga loro donata, non posso disattendere le aspettative dei Convenuti, che, oltre ad apprezzare    - grazie alla magistrale dialettica di don Giuseppe Triglia - le vicende che talora coinvolgono la pace delle Certose, non di meno hanno apprezzato la elaborazione dolciera dell’impareggiabile  prof. Iannazzo, per la condivisione del progetto della sagace Dirigente Maria Muscherà, e il ‘nettare’ alcoolico ‘Chartreuse’ di produzione dei certosini di Grenoble, immersi nella atmosfera boschiva ricreata con l’ausilio degli odori del ‘Pino silvestre’ Vidal.

Un pubblico numero e particolarmente attento, ha preso parte attiva alla presentazione del libro "Alkamar" di Giuseppe Gulotta.
 
La manifestazione organizzata in collaborazione con la Libreria Bonanzinga, ha visto protagonista l'Avv. Paolo Vermiglio che, con dovizia di particolari, ha presentato il libro soffermandosi non solo sull'aspetto umano ma, anche e soprattutto, sull'aspetto giuridico della vicenda narrata sulla quale, lo stesso Giuseppe Gulotta, protagonista della vicenda e co-autore del libro, ha manifestato le proprie riflessioni di uomo privato ingiustamente della propria liberta per ben 22 anni.

"MANDORLO IN FIORE"
AGRIGENTO 21 & 22 FEBBRAIO
----------------------------
21 febbraio 2015 sabato
6:30- ORARIO TASSATIVO DA RISPETTARE SCRUPOLOSAMENTE
INCONTRO DEI PARTECIPANTI SUL VIALE BOCCETTA
– ALTEZZA CHIESA DI S. FRANCESCO -
PARTENZA ALLA VOLTA DI RACALMUTO

la città ritrovata Zafarana

Un Auditorium affollato da un pubblico particolarmente attento, ha fatto da cornice alla presentazione del CD-Rom “La città ritrovata” di Renato Zafarana che ci ha portato indietro nel tempo alla riscoperta della Messina ante terremoto.

La manifestazione, la prima del nuovo anno sociale 2015, realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Maurolico, è stata affidata alla moderazione del Dott. Gustavo Ricevuto il quale ha evidenziato l’intenso e certosino lavoro di ricerca effettuato dall’autore dell’opera che si pone, senz’altro, come uno strumento particolarmente utile alla ricerca di notizie storiche sulla nostra città.

Quale magia, quella dell’organo!

Esso opera sull’uditore  una ‘maieutiké’, che - a somiglianza di quella dei greci, che da un corpo di donna porta alla luce un corpicino di neonato -  le note dell’organo innescano: da un corpo di carne portano alla luce lo spirito che vi si trova ingabbiato; e , naturalmente la maieuta di questo parto ideale è l’organista!

E’ stato presentato, presso l’Aula Magna dell’istituto Superiore Antonello, su iniziativa congiunta dell’Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio e dell’Associazione Culturale Maurolico, il libro “E Dio creò i media” di Dario Morelli, giovane ricercatore messinese che oltre ad occuparsi di Diritto Ecclesiastico e canonico presso l’università statale di Milano, è associato di un importante studio legale internazionale che si occupa di diritto dei media.

Nell’ambito di un vasto ed interessante progetto didattico inteso a fornire, agli alunni del settore ristorazione dell’Istituto Antonello, gli elementi basilari alla conoscenza ed all’utilizzo dei funghi in cucina, che ha visto il micologo Enzo Visalli, in rappresentanza dell’Associazione “Centro di Cultura Micologica”, impegnato ad impartire, agli alunni interessati, le nozioni micologiche basilari, si è svolta, a conclusione dei lavori preparatori, una interessante mostra con esposizione di circa 100 specie fungine diverse, visitata, oltre che dagli alunni dell’Istituto, anche dai soci ADSeT.

Conferenza-Dibattito a cura di Barbara Taglioni

Si è tenuta, nell’Aula Magna dell’Istituto Superiore Antonello, la programmata conferenza-dibattito sulle problematiche della grafologia dal titolo “Personaggi famosi della Sicilia: tra il nero ed il bianco della loro scrittura”.  

Barbara Taglioni, alla quale è stato affidato il ruolo di relatrice, si è resa protagonista dell’interessante manifestazione fornendo ai presenti gli elementi essenziali, ma fondamentali, per poter agevolmente intendere come la grafologia sia non una  ‘grafomanzia’  esoterica, bensì una metodologia scientifica atta ad evidenziare, nella spontaneità alla quale attinge, dati del carattere della personalità dell’esaminato.